SHARE

A Lignano Sabbiadoro, nella seconda giornata della seconda tappa il Noname Nettuno viene superato dal Viareggio, una delle squadre più forti della serie A, con il punteggio di 11 a 6. Un match arduo per i nettunesi, come era ampiamente prevedibile, e i viareggini sono partiti subito forte segnando tre reti nei primi 4′. Il primo tempo si è concluso sul 5 a 1 per il Viareggio, con la rete nettunese realizzata da Riccardo Trippa. Nella seconda frazione di gioco nei primi tre minuti il Noname Nettuno subisce altre tre reti, dopo il gol di Luca Di Dionisio arrivano altre due segnature per il Viareggio e prima di chiudere il tempo arriva la rete di Flavio Porcari per il parziale 10 a 3. Nel terzo tempo arriva l’undicesima rete dei viareggini, 11 a 3, e le tre reti del Noname Nettuno, Roberto Mastrella, autogol ed Emanuele Cirilli, fissano il finale sull’11 a 6.

“Il Viareggio è una squadra che da tanti anni pratica questo sport ed è ai vertici in Italia e in Europa, ogni anno disputa la Champions“. Queste le parole del capitano Emanuele Cirilli, che poi prosegue analizzando la prestazione contro la corazzata Viareggio. “Sapevamo che era una partita difficile, abbiamo cercato di contrastarli ma hanno delle individualità importantissime come i nazionali Gori, che ogni rovesciata è come se fosse un calcio di rigore, poi Ramacciotti, Marinai e Carpita“.

Oggi, domenica alle 17:45, terza partita a Lignano Sabbiadoro contro il Brescia. “Partita sempre difficile, con la possibilità di restare in partita per tutti e tre i tempi. Il nostro obiettivo è portare a casa il risultato, loro sono una squadra esperta e dovremo mettere qualcosa in più per arrivare al nostro obiettivo“.