SHARE

Candido De Angelis e’ stato proclamato sindaco di Anzio questa mattina alle 12. Dopo dieci anni torna dunque alla guida della città. Ma se per la sua elezione non ci sono problemi, ce ne sono eccome per quanto riguarda i voti di lista e delle preferenze. Questa mattina il magistrato del tribunale di Velletri ha ricontrollato tutti i verbali definendo l’attribuzione dei voti ai candidati sindaci; quindi ha proseguito il controllo sui voti alle singole liste. Domani mattina comincerà invece il controllo dei verbali per quanto riguarda l’attribuzione delle preferenze ai candidati al consiglio comunale.
Come noto nella giornata di ieri erano emerse delle discrasie per quanto riguarda almeno due le sezioni, la 10 e la 16. Proprio questa situazione di incertezza e le proteste di alcuni candidati al consiglio comunale hanno spinto il magistrato a decidere il ricontrollo dei verbali per quanto riguarda l’attribuzione delle preferenze. Va detto che non saranno riaperte le buste con le schede elettorali. Ulteriori controlli in questo senso potranno infatti essere stabiliti solo in presenza di ricorsi al Tar del Lazio. In proposito il rappresentante della lista il Faro che sosteneva la candidata sindaco Roberta Cafà ha annunciato il ricorso al tribunale amministrativo.
Questi intanto i voti definitivi attribuiti ai candidati sindaci:
Rita Pollastrini 3.287
Luca Brignone 1.345
Umberto Spallotta 475
Roberto Palomba 957
Raffaele Madonna 253
Roberta Cafà 1.652
Giovanni Del Giaccio 2.350
Candido De Angelis 1.3087
Manuela D’Alterio 319