Home Cronaca Nettuno, i sindacati hanno chiesto la rimozione del dirigente Luigi D’Aprano

Nettuno, i sindacati hanno chiesto la rimozione del dirigente Luigi D’Aprano

3846
0
SHARE

I rappresentanti sindacali territoriali hanno chiesto la rimozione del dirigente all’Area economico-finanziario del comune di Nettuno Luigi D’Aprano nominato dalla passata amministrazione comunale con un contratto che scade a fine anno. La richiesta i sindacati l’hanno formulata durante un incontro tenutosi in settimana con il commissario straordinario del Comune Bruno Strati.
Alla base della richiesta il fatto che, secondo i sindacati, al Comune di Nettuno ci sono risorse sufficienti per coprire quel ruolo all’Area economico-finanziaria. Una richiesta che di fatto censura la nomina del dirigente da parte della passata amministrazione comunale 5 Stelle. Una richiesta alla quale, per il momento, il Commissario Strati non ha dato seguito.
Alla riunione era presente lo stesso D’Aprano che ha rilanciato dando al Commissario la propria disponibilità a proseguire la collaborazione con il Comune anche per il 2019. Occorre ricordare che il dirigente contestato – insieme all’ex assessore al bilancio Giuseppe Aquino – nell’ultimo anno e mezzo aveva completato un piano antievasione scovando 3925 cittadini che avevano evaso o eluso il pagamento dei tributi, consentendo alle casse comunali di recuperare 4,5 milioni di euro.