Home In evidenza Nettuno, l’opposizione chiede al commissario la testa dei dirigenti nominati dall’ex sindaco...

Nettuno, l’opposizione chiede al commissario la testa dei dirigenti nominati dall’ex sindaco Casto

3090
0
SHARE

I nove ex consiglieri di minoranza al comune di Nettuno che si sono dimessi insieme a quattro consiglieri della maggioranza 5 Stelle facendo decadere sindaco e consiglio comunale hanno incontrato il Commissario straordinario incaricato della gestione dell’ente. Nell’incontro gli ex consiglieri hanno chiesto al Commissario di azzerare i dirigenti nominati dall’ex sindaco Angelo Casto e il presidente della Poseidon nominato attraverso avviso pubblico.
Nel mirino dell’opposizione la dirigente servizi sociali Margherita Camarda, il dirigente ai tributi Luigi D’Aprano e la responsabile della comunicazione Rosanna Consolo. “Non è corretto – spiegano in una nota gli ex consiglieri – che elementi indicati dalla vecchia giunta continuino ad agire nonostante la sfiducia che ha mandato a casa il sindaco Casto“. Insomma, fuori dal comune insieme a lui. Anche se occorre dire che i due dirigenti nel mirino occupano aree importanti e delicate come quella dei Servizi sociali che è stata potenziata e riorganizzata e quella dei Tributi che di recente ha consentito al Comune di recuperare 4,5 milioni di euro di tributi elusi o evasi. Ma per l’opposizione devono stare fuori e lo hanno chiesto chiaramente al commissario straordinario. Nella riunione gli ex consiglieri hanno continuato a dettare l’agenda chiedendo che i dipendenti spostati in altri uffici durante la gestione Casto tornino al loro posto. Insomma, una sorta di restaurazione. Nell’incontro con il commissario straordinario si è anche discusso della questione del cimitero, della partecipata Poseidon, della manutenzione stradale, dello sfalcio dell’erba, della questione del parcheggio di piazzale Berlinguer e della gestione degli impianti sportivi.