Home Cronaca Prove Invalsi, dopo le polemiche l’ironia della rete. Antonio e Cleopatra sconfitti...

Prove Invalsi, dopo le polemiche l’ironia della rete. Antonio e Cleopatra sconfitti ad Anzio

2198
0
SHARE

La città di Anzio? E’ famosa in tutto il mondo per svariate ragioni: per aver dato i natali agli imperatori Nerone e Caligola, per essere stata scelta dai romani quale sede prediletta per le vacanze al mare, per l’antichissimo porto neroniano, per lo Sbarco degli Alleati, per il suo mare.. l’elenco potrebbe essere ancora lunghissimo. Ma da qualche giorno Anzio è diventata famosa – soprattutto sui social network dove le foto sono diventate virali – anche per un altro motivo: stando alle prove Invalsi di Italiano che nella scuola primaria si sono tenute in II e V il 9 maggio scorso, la cittadina tirrenica è stata cornice anche della battaglia durante la quale la flotta di Ottaviano sconfisse le navi di Cleopatra. Tutta colpa di una ‘enne’ e in poco tempo la battaglia di Azio – che concluse la guerra civile tra Ottaviano e Marco Antonio – è diventata la battaglia di Anzio. Un refuso, certamente, che però non è sfuggito agli occhi – attentissimi – degli insegnanti per la maggior parte contrari alla somministrazione delle prove con i tradizionali fascicoli cartacei.

Le polemiche non hanno tardato a sbarcare sui social network dove continuano a piovere commenti sferzanti proprio contro gli odiati quiz: “Ma quell’analfabeta che ha scritto il quiz Invalsi su Cleopatra, che scambia la battaglia di Azio per la ‘battaglia di Anzio’, gira per il Ministero col cappello da Napoleone? – si legge sulla pagina ufficiale dell’Unicobas Scuola & Università – E quale azienda di ciarlatani ce li ha mandati quei neoliberisti selvaggi che vogliono introiettare nei bambini delle Elementari lo spirito imprenditoriale? E la tempistica direttivo-autoritativa in stile neo-comportamentista da comunità terapeutica? Ne vogliamo parlare?“. Qualcuno scrive anche: “Mi segnalano prove invalsi delle elementari secondo cui Antonio e Cleopatra avrebbero combattuto ad Anzio. Stavano in vacanza a Zoomarine e non ce l’hanno detto“.