SHARE

Al Lavinio Campoverde serviva un punto per centrare un clamoroso doppio salto di categoria, i biancorossi ne hanno conquistati tre sommergendo di gol il Praeneste Carchitti. Al Bridgestone di Campoverde finisce 8-1, con bomber Cristofari che spiana la strada con una doppietta al 16′ e al 18′. Il primo tempo finisce 5-0, a segno va Grillo al 24′, poi altre due volte Cristofari, al 30′ e al 36′. Nella ripresa a segno, oltre agli ospiti, anche Santin al 7′ e Consalvi al 41′. I biancorossi non volevano correre rischi e non li hanno corsi.

In due anni dalla Prima all’Eccellenza, festa infinita per il Lavinio Campoverde

Con la vittoria odierna il Lavinio Campoverde sale a quota ottanta punti, conquistando il successo del girone con cinque lunghezze sullo Sporting Genzano, fermato sul 2-2 a Morena. Una vittoria meritata quella del Lavinio Campoverde, in testa dalla dodicesima giornata. I biancorossi prendono il largo prima della sosta per le feste di fine anno, infilando sette vittorie consecutive tra la dodicesima e la diciottesima giornata. Nella seconda metà di gennaio una sconfitta e tre pareggi di fila permettono ai castellani di riavvicinarsi. Nel finale di stagione il pareggio di La Rustica e quello nello scontro diretto portano alle ultime due giornate le due contendenti a sole tre lunghezze di distanza. Il Lavinio Campoverde fuga ogni dubbio con due successi, uno sofferto sul campo dell’Atletico 2000, l’altro larghissimo oggi

Seconda miglior difesa, dopo lo Sporting Genzano, la differenza il Lavinio Campoverde l’ha fatta in attacco, con 79 reti segnate. Decisivo l’arrivo di bomber Cristofari, ma fondamentali sono stati anche il contributo dell’esperto Spogliatoio e del giovane Grillo. Soprattutto la squadra ha dimostrato una grande grinta, ottenendo i punti decisivi per la vittoria del girone proprio nei finali di partita, alcuni risolti da acuti dei difensori.

Passata la giusta sbornia il Lavinio Campoverde si preparerà alla prossima stagione, la prima in Eccellenza, con tanta voglia di stupire. E i tifosi già sognano gli attesissimi derby con Virtus Nettuno Lido e, soprattutto, con l’Anzio retrocesso dalla serie D.