Home In evidenza Cade la Giunta a Nettuno, l’onorevole Bonafede: “Usato mio nome...

Cade la Giunta a Nettuno, l’onorevole Bonafede: “Usato mio nome ma non condivido”

1954
0
SHARE

Alfonso Bonafede deputato e componente dello staff del Movimento 5 Stelle in una dichiarazione all’agenzia Ansa attacca il comportamento degli ex consiglieri grillini Giuseppe Nigro, Daniela De Luca, Simonetta Petroni e Marco Montani che con le loro dimissioni hanno causato la caduta del sindaco di Nettuno Angelo Casto e la fine anticipata della legislatura.
Noto con grande dispiacere – spiega Bonafede – che qualcuno ha voluto usare il mio nome per giustificare un comportamento che non condivido e che non potrei mai assecondare. Non sono mai entrato nel merito dei fatti di Nettuno, come del resto non faccio mai con alcun Comune amministrato dal MoVimento. Occupandomi di enti locali spesso mi trovo a dare vicinanza politica nei momenti di crisi e il dialogo e’ sempre il mio approccio principe. In particolare, nel caso di Nettuno, dopo aver invitato i quattro consiglieri a fare un incontro, dietro esplicita domanda ho risposto che non direi mai a nessun consigliere cosa deve o non deve fare, perché non entro in queste dinamiche e perché non e’ nelle mie facoltà. Sicuramente – continua il deputato – ho sostenuto che quando un portavoce non si sente più di rappresentare quel progetto allora è preferibile che si dimetta per consentire al primo dei non eletti di prendere il suo posto, invece di aderire ad altri gruppi consiliari. Mi pare sia ben diverso da quanto hanno compiuto i quattro consiglieri – conclude Bonafede – Al sindaco Angelo Casto va tutta la mia solidarietà”.