Home Cronaca Brignone presenta Alternativa per Anzio

Brignone presenta Alternativa per Anzio

652
0
SHARE

Nella sede della libreria Magna Charta di Lavinio Luca Brignone ha lanciato ufficialmente la sua candidatura alla poltrona di sindaco alla guida del movimento Alternativa Anzio. Il 27enne candidato ha risposto alle domande dei presenti presentando così a grandi linee gli argomenti principali del suo programma. Innanzitutto il porto: “Sono stati tagliati 30 milioni di opere pubbliche come niente fosse. Il mega progetto che fa ancora bella mostra di sé a Villa Sarsina ormai praticamente non esiste più. Non siamo però solo quelli del no. C’è bisogno di lavorare su quello che abbiamo a disposizione e migliorarlo senza snaturare la situazione attuale e sempre pensandolo in funzione della città“. Al centro dell’attenzione anche l’ambiente, con particolare riferimento alla Biogas: “Non c’è una sola strada per andare contro la nascita di questi impianti, ce ne sono diverse e abbiamo intenzione di percorrerle tutte. Per i rifiuti, poi, sono per una soluzione interna, con il servizio gestito direttamente dal Comune“.

Non potevano mancare i commenti su una sinistra ancora una volta divisa, che non è riuscita a trovare la sintesi e a presentarsi con un candidato comune. “Abbiamo parlato con tutti – ha affermato Brignone – cercando di superare le differenze e sperando in un accordo. Alla fine la candidatura che ci è stata imposta non ci è sembrata una proposta di sinistra e quindi abbiamo deciso di non aderire“. Anche più a sinistra, però, è stato scelto un altro nome: Rifondazione ha puntato su Spallotta: “Sinceramente non ho capito perché non ci sia stato un accordo e perché mi attacchino così nelle loro comunicazioni; gli faccio i migliori auguri e spero che ci potremo confrontare in questa campagna elettorale sui veri argomenti e sul futuro della città“.