Home Cronaca Quattro consiglieri scrivono a Casto, la risposta del sindaco

Quattro consiglieri scrivono a Casto, la risposta del sindaco

805
0
SHARE

Quattro consiglieri comunali (Nigro, Montani, De Luca e Petroni) hanno scritto una lettera aperta al sindaco Angelo Casto lamentando le ultime modalità di confronto interne alla maggioranza. Sottolineano che le loro parole non sono una sfiducia nei confronti del primo cittadino ma sono comunque duri nel contestare un modus operandi che non sarebbe più all’interno del solco tracciato dallo statuto interno. Il sindaco viene anche criticato per i mancati interventi durante l’ultimo consiglio comunale riguardo al “caso Cataldo“, gestito in pieno silenzio. I quattro criticano l’ormai famigerato documento dei 10 che hanno sostanzialmente sfiduciato la vecchia giunta ma anche alcuni personalismi portati avanti senza che il sindaco si opponesse con chiarezza e fermezza.

Questa la risposta del sindaco Casto, che pubblichiamo per intero:

“Un altro sabato italiano. In tarda mattinata apprendo da 4 mail distinte di un malumore sulla situazione del M5S a Nettuno. Le leggo con attenzione e non finisco di leggerle che le stesse appaiono online. Nel frattempo mi arrivano, come era ovvio, decine e decine di telefonate il cui denominatore comune era quello del tipo: secondo me è il preludio di una sfiducia dei 4. Rileggo le lettere e i comunicati. Non trovo nulla al riguardo, solo un po’ di malumore, peraltro fisiologico in ogni gruppo o comunità umana. Tuttavia, anche per dare una informazione che sia più chiara possibile per i cittadini che ogni giorno si trovano a leggere questo continuo di notizie, chiedo formalmente agli autori di questi comunicati, inviando un messaggio chiaro e preciso sulle loro intenzioni. Dato che ho fatto e faccio della trasparenza una questione fondamentale, scriverò il messaggio inviato distintamente ai 4 consiglieri autori dei 4 comunicati, e il messaggio è: “Solo una domanda: ma tu sei con me o no? Ovvero … pensi di sfiduciarmi o no? Perché ovviamente… come immaginerai dopo quello che avete pubblicato la gente mormora … capisci da solo/a … giusto? Allora sei o non sei con me? Grazie”. Al momento in cui scrivo mi sono giunti 2 SI chiari da 2 dei consiglieri, ed in particolare quello della consigliera Petroni e quello del consigliere presidente Nigro. Mi riprometto per trasparenza di riportare le altre risposte, sia in senso negativo che positivo, non appena perverranno, nel frattempo posso solo dire che gli altri due consiglieri mi hanno detto che le loro intenzioni sono tutte scritte nel loro comunicato ed io ovviamente ne ho preso atto in attesa, se dovessero ritenerlo utile per evitare altre confusioni sulla vicenda, di una risposta chiara: ho loro scritto che basta un SI o un NO, purché sia ben chiaro e non interpretabile, poiché non io, ma la città ha bisogno di chiarezza non interpretabile. State collegati dico a tutti i cittadini e alla città. E dato che lo devo ai moltissimi cittadini che ogni giorno incontro al centro e nelle periferie, ritengo doveroso comunque ringraziare sempre tutti i cittadini che credono in questa amministrazione a 5 stelle e nei loro consiglieri eletti.
Dio solo sa le questioni che ogni giorno siano chiamati ad affrontare e lo facciamo con entusiasmo, impegno, senza retropensieri o secondi fini. Solo per il bene di Nettuno. Un’esperienza faticosa ed entusiasmante che richiede l’apporto di tutto il gruppo consiliare”.

Il sindaco chiede quindi apertamente la conferma della fiducia ai quattro autori delle lettere, ma non entra nel discorso e non rilascia neanche una parola di risposta alle problematiche sollevate dai consiglieri. La fiducia sembra quindi per il momento esserci, ma a questo punto sembra lecito chiedersi se sarà una fiducia a tempo, in attesa di risposte chiare alle problematiche sollevate.