Home Cultura ‘Processiamo Nerone’: a Villa Sarsina lo spettacolo sulla controversa figura dell’imperatore romano

‘Processiamo Nerone’: a Villa Sarsina lo spettacolo sulla controversa figura dell’imperatore romano

504
0
SHARE
Promosso dal sindaco Bruschini, dall’assessore Nolfi e dall’associazione ‘La Teca’, Salvatore Santucci porta in scena un doppio spettacolo: la mattina le scuole medie ed il pomeriggio ingresso libero per i cittadini

Processiamo Nerone‘. E’ il titolo dello spettacolo teatrale dell’associazione ‘La Teca‘ e da Salvatore Santucci che verrà portato in scena giovedì 12 aprile a Villa Sarsina e dedicato sia agli studenti del territorio (che seguiranno lo spettacolo la mattina) sia ai cittadini che avranno la possibilità di entrare gratuitamente e ripercorrere insieme all’attore anziate la storia dell’imperatore romano, nato ad Anzio, la cui figura è da tempo in corso di riabilitazione. Già nel 2010 l’Amministrazione comunale ha fatto erigere di fronte al maree  ai resti dell’antica domus una statua bronzea alta due metri intitolata a Nerone, il National Geographic nel 2014 ha dedicato al più controverso degli imperatori dell’antica Roma la sua copertina e uno speciale di 48 pagine mentre l’anno scorso sia il network giapponese Nhk sia Rai Cultura si sono occupati dell’unico monumento al mondo di Nerone. Ancora una volta Salvatore Santucci (Presidente e Seneca – Regia), insieme a Mario Biondino (avvocato accusa), a Flavio Marigliani (avvocato difesa) ed a Sonia Falcone (Agrippina), darà vita ad uno spettacolo di altissimo profilo artistico. “Continua l’attività dell’Amministrazione comunale rivolta alla valorizzazione della nostra gloriosa storia che, con le iniziative che abbiamo messo in campo, deve essere un patrimonio di conoscenze condiviso tra i cittadini, gli studenti e tutti gli operatori commerciali del nostro territorio”, commenta l’assessore alla Cultura Laura Nolfi.

“Quando ero ragazzo venivo a nuotare tra le rovine della Villa – ha riferito il sindaco Luciano Bruschini in un’intervista al NG-. Da bambini ci hanno insegnato che Nerone era malvagio, uno dei peggiori imperatori. Ma facendo qualche ricerca sono arrivato alla conclusione che non è vero: credo che Nerone sia stato un buon imperatore, forse il più amato di tutto l’Impero. E’ stato un grande riformista ed il primo socialista. Non ci si rende conto di quanto sia stato tragico il suo ultimo giorno di vita: un sovrano perseguitato, in fuga, convinto dai suoi traditori a rifugiarsi non ad Anzio o in Egitto, ma in una villa a nord di Roma, inseguito dai suoi nemici e disperato, perché l’unica cosa che gli era rimasta da scegliere era il modo di come morire”.