Home Cronaca Salta la pubblicazione del bando per il nuovo porto: tensione in Capo...

Salta la pubblicazione del bando per il nuovo porto: tensione in Capo d’Anzio tra Comune e socio privato

1766
0
SHARE
Salta la pubblicazione del bando di gara per l’affidamento dei lavori per la trasformazione della zona del moletto Pamphili in una marina attrezzata da 480 posti barca che era prevista per il 15 marzo sulla Gazzetta Europea. Un ritardo dovuto, a quanto sembra, a problemi di ordine burocratico relativo alle procedure di pubblicazione del bando. Un’incombenza che toccava alla Marinedi Gruop, ossia il socio privato di minoranza in Capo d’Anzio.
Un intoppo che questa mattina ha creato forti tensioni in Comune con il presidente di Capo d’Anzio Ugo Marchetti furibondo, così come il sindaco di Anzio Luciano Bruschini. Nei giorni scorsi il consiglio di amministrazione di Capo d’Anzio aveva infatti approvato all’unanimità la pubblicazione della Gazzetta europea il bando di gara il 15 marzo; successivamente la Giunta comunale aveva approvato la delibera relativa al progetto esecutivo assolvendo così a quanto stabilito dal nuovo cronoprogramma dei lavori sottoscritto alcuni mesi fa con la Regione Lazio che prevede in via prioritaria l’intervento sul bacino interno. E invece tutto è saltato, per ora. Tra l’altro proprio per evitare intoppi il presidente Ugo Marchetti aveva escluso la possibilità di sottoscrivere un mutuo con un istituto di credito, affidando all’impresa che dovrà realizzare il nuovo bacino l’intero onere dell’intervento, del costo di venti milioni di euro, che sarebbe ripagato con la vendita dei posti barca. Occorreva solo procedere alla pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta europea, ma il programma non è stato rispettato e la pubblicazione è saltata. Il presidente Marchetti ha immediatamente convocato per lunedì 19 marzo un nuovo consiglio di amministrazione che, c’è da giurare, sarà quello della resa dei conti tra il Comune e il socio privato.