SHARE
oppio
Arrestati dai Carabinieri di Lavinio due indiani che trasportavano 9 chili di bulbi e pasticche

I Carabinieri della Stazione di Lavinio Lido Enea hanno arrestato due cittadini indiani, di 24 e 37 anni sorpresi a trasportare 9 kg di bulbi di papavero da oppio essiccati e circa 2200 pasticche di “Spas-Primevon”, un farmaco antidolorifico – illegalmente importato in Italia – che contiene oppioide sintetico.
L’altra notte i due uomini sono stati notati a piedi, con due grossi borsoni in tela tra le mani, all’altezza della stazione ferroviaria di Lavinio. Nei pressi di via di valle Schioia sono stati bloccati e perquisiti. Nei borsoni sono stati rinvenuti i 9 chili di bulbi e pasticche.

Dalle prime analisi di laboratorio, i soli bulbi avrebbero fruttato quasi 500 dosi di sostanza stupefacente a base di morfina. La droga era suddivisa in 90 buste sigillate, di circa 100 grammi l’una, pronti per essere immessi sul mercato degli stupefacenti.
Per i Carabinieri di Lavinio si tratta del secondo sequestro di bulbi di papavero. Lo scorso aprile, infatti, gli stessi militari avevano rinvenuto altri 25 kg di bulbi, analogamente confezionati e pronti per essere smerciati.
Dopo l’arresto i due sono stati trasferiti nel carcere di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Indietro