SHARE
anzio porto

Il consiglio di amministrazione della Capo d’Anzio convocato dal presidente Ugo Marchetti ha approvato all’unanimità, compreso dunque il socio privato, il bando per l’affidamento dei lavori per la ristrutturazione del porto di Anzio che prevede la realizzazione di 457 posti barca destinati al diporto per un intervento di 22 milioni di euro.

Il bando, che ha già ottenuto il via libera dell’agenzia anticorruzione Anac, sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dopo il 22 febbraio; per quella data si attende infatti il nullaosta di un istituto di credito a finanziare, su richiesta di Capo d’Anzio, 10 milioni di euro per coprire quasi il 50 per cento dell’intervento.

Si tratta di un finanziamento garantito dalla Capo d’Anzio – spiega il presidente Marchetti – che faciliterebbe ancor di più l’impegno di imprenditoria per quanto riguarda il residuo di copertura dell’intervento che è di 12 milioni di euro. Nel caso dovesse arrivare il finanziamento di 10 milioni procederemo a una rapida modifica del bando prima di pubblicarlo, in caso contrario resta il testo che abbiamo approvato. Sono comunque ottimista che Anzio possa finalmente avere un porto turistico moderno e attrezzato”.

Sul prossimo numero del Granchio in edicola, maggiori particolari sull’operazione porto.