Home In evidenza Anzio, l’assessore Nolfi: “Non accetto lezioni di legalità”

Anzio, l’assessore Nolfi: “Non accetto lezioni di legalità”

1049
0
SHARE

“Sono fiera di essere stata eletta nella Lista Civica, di evidente orientamento socialista, che porta il nome del Sindaco, Luciano Bruschini: una persona perbene, di altri tempi, alla quale sono fortemente legata e che non merita di essere “additato” da micropartiti di destra che, al loro interno, hanno ex Assessori dell’Amministrazione Bruschini, Consiglieri Comunali eletti con Luciano Bruschini e soprattutto grazie alla vittoria di Luciano Bruschini”. 
Con queste parole, l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Laura Nolfi, ha voluto chiarire la sua posizione rispetto al delicato momento politico che sta vivendo l’amministrazione anziate.
Poche righe per rispondere, anche se non viene citato direttamente, anche al post di Fratelli d’Italia Anzio, pubblicato qualche giorno fa sulla loro pagina Facebook.
Non accetto lezioni di legalità da queste persone – ha proseguito la Nolfi – La mia giovane storia politica e quella della mia laboriosa famiglia, da sempre impegnata con posizioni politiche moderate e di centro, sta diventando incompatibile con micropartiti di destra che intendono fare campagna elettorale ponendo veti, discutendo nelle riunioni politiche delle epurazioni da praticare nella struttura comunale, spesso tirando in causa chi lavora onestamente, con professionalità accertata e con spirito di servizio in favore dei cittadini, nel silenzio assordante di chi dovrebbe rappresentarci alle prossime elezioni. I partiti e le liste civiche dovrebbero, invece, discutere dei programmi per Anzio e delle cose importanti da fare, nei mesi che ci separano dal voto. Non ci siamo, la dignità di ognuno di noi viene prima di alleanze a freddo che rischierebbero di ripercuotersi negativamente sui progetti utili alla Cittadinanza“, conclude.
Una risposta che arriva in un momento come già detto particolarmente delicato e soprattutto in cui nulla è scontato come sembra. A cominciare dalla candidatura di Candido De Angelis, che in queste ore ha chiesto al sindaco Luciano Bruschini se è il caso di proseguire. Nodo del contendere rimane la macchina amministrativa rispetto alla quale, alla faccia della reunion del centrodestra, non si riesce a trovare la squadra.