Home Sociale Ad Anzio un incontro per discutere della tutela degli animali

Ad Anzio un incontro per discutere della tutela degli animali

880
0
SHARE
Anzio: un incontro per parlare della tutela dei nostri amici a quattro zampe

Si è tenuto ieri, nel giorno di Sant’Antonio Abate protettore degli animali, un incontro incentrato proprio sulla tutela dei nostri amici a quattro zampe.
L’incontro, promosso dall’associazione AnzioDiva, ha toccato una tematica davvero molto importante e che, ad oggi, non può davvero più essere ignorata.
Durante l’incontro, denominato proprio “Progetto tutela animali”, si è infatti discusso di svariati argomenti, come l’istituzione dell’ufficio tutela animali (U.T.A.), l’approvazione del progetto tutela animali, un possibile regolamento comunale per la tutela degli animali, le convenzioni e il coordinamento con associazioni di tutela animale e ambientale e, ovviamente, la collaborazione con il vicino comune di Nettuno per la creazione dell’oasi del benessere degli animali con vari programmi tra cui la pet therapy. Non solo. Sono state avanzate proposte di convenzioni con le facoltà di veterinaria e di istituire corsi di aggiornamento del personale comunale preposto.
Inoltre, l’associazione ha posto l’evidenza sulla necessità di aprire aree sgambamento, aree di stallo temporaneo, di garantire l’accesso agli arenili, di tutelare gli animali selvatici e di istituire una commissione comunale sui diritti degli animali. In questo senso, si è proposta una regolamentazione sui circhi.

Questo territorio – spiega Alessandro Dino, presidente di AnzioDiva – è vissuto giornalmente da un piccolo esercito di volontari che agiscono singolarmente ed in gruppi organizzati ma senza la collaborazione dell’amministrazione comunale. Questo perché negli ultimi venti anni non è mai esistito alcun tipo di interesse per l’argomento. Non è mai passato per la testa a nessuno, che abbia seduto in giunta, di dare voce, spazi ed aiuti concreti a chi ogni giorno decide di dedicare tempo e risorse proprie, per arginare il vuoto che esiste su questi argomenti. All’evento – ha proseguito – sono intervenute persone che hanno a cuore questi temi e che spesso si trovano a dover affrontare queste problematiche senza alcuna considerazione e sulla base dell’iniziativa personale. Anziodiva crede sia necessario il progetto tutela animali e che questo possa essere fonte di crescita per il territorio. Quella crescita culturale di cui Anzio ha bisogno”.