SHARE
funerali maria cerami
Si sono svolti oggi ad Anzio i funerali di Maria Cerami, morta in seguito a una emorragia cerebrale dopo un doppio turno di lavoro

La Basilica di Santa Teresa di Anzio ha contenuto con difficoltà i tanti amici e i familiari che oggi, alle 15.30, si sono ritrovati per dare l’estremo saluto a Maria Cerami, la operatrice socio-sanitaria di 64 anni, in forza all’ospedale di Anzio, che il 1 gennaio dopo un secondo turno di lavoro nel reparto di Ortopedia è Chirurgia, è stata colpita da un’emorragia cerebrale che purtroppo non le ha lasciato scampo.

Soccorsa subito dai colleghi, la donna è stata trasferita al San Camillo di Roma dove le sue condizioni sono apparse sin da subito disperate. Il giovedì successivo, Maria è stata riportata a casa, al “Riuniti” in Terapia Intensiva, dove, dopo due giorni di morte cerebrale le è stato staccato l’autorespiratore.

Esempio di professionalità di disponibilità e di umanità – cosi è stata definita dal parroco che ha officiato la funzione dell’operatrice sanitaria simbolo per chiunque la conosceva – un esempio da seguire, sempre a disposizione dei malati, dei loro familiari e – come ha tenuto a ricordare il parroco – anche degli indigenti”.

Al termine della funzione religiosa un lunghissimo applauso ha accompagnato l’uscita del feretro dalla chiesa.

La folla commossa si è stretta intorno ai familiari di Maria Cerami che dopo la messa l’hanno accompagnata per la sepoltura presso il Cimitero Civile di Anzio.