SHARE
(foto Francesco De Angelis)

Un tuffo a mare per festeggiare il 2018. Oggi alle 12, 64 persone in costume da bagno si sono radunati sulla spiaggia dello stabilimento Vittoria a Nettuno, per la 32esima edizione del tuffo di Capodanno. Tradizione che nasce quando Alberto Rosini, un residente di Roma, volle festeggiare il nuovo anno tuffandosi a mare. Al via i nostri tuffatori sono corsi in acqua sfidando il vento, il freddo di gennaio, i 15 gradi del mare mosso, con onde alte più di un metro. E sempre a riva incuranti del freddo hanno stappato la bottiglia di spumante gridando a tutti il loro “Buon Anno!”. Un’allegria contagiosa che ha visto uniti in questo gruppo, persone di ogni età: dai più giovani come Stefano e Andrea di 3 e 4 anni fino ai più grandi di età come Salvatore Polidoro di 88 anni. L’evento, patrocinato dal Comune di Nettuno, è stato organizzato come ogni anno dalla società Nazionale di Salvamento circolo Anzio-Nettuno in collaborazione con la Sics (scuola italiana dei cani di salvataggio); l’associazione dei gemellaggi di Nettuno; Salvamento Agency e la protezione civile, occupandosi soprattutto della sicurezza dei bagnanti in mare.
Vorrei ringraziare il Sindaco Angelo Casto – ha dichiarato Fausto Onori, direttore della società nazionale di Salvamento – che ci ha permesso di fare la manifestazione, dandoci anche gli attestai di partecipazione da dare ad ogni tuffatore“.
Dopo il tuffo ad accogliere i tuffatori una colazione calda per continuare i festeggiamenti di questo 2018.

(foto Francesco De Angelis)
(foto Francesco De Angelis)