Home Cultura Anzio, il romanzo del poeta Luigi Salustri ‘Latte d’Asina’ verrà presentato a...

Anzio, il romanzo del poeta Luigi Salustri ‘Latte d’Asina’ verrà presentato a Villa Sarsina

926
0
SHARE

E’ una storia d’amore, ambientata ad Anzio nel periodo dello Sbarco alleato fino allo sfollamento e alla dolorosa ricostruzione. “Latte d’Asina“, il primo romanzo del pluri premiato poeta anziate Luigi Salustri, nipote di Trilussa, verrà presentato giovedì 14 dicembre alle 16.30  nella sala consiliare di Villa Sarsina. “Attraverso una storia d’amore,- scrive Luigi Salustri nella sua nota – di pura invenzione, ho ripercorso i luoghi e le figure della nostra Anzio. La nostra Città, sulla pelle dei suoi cittadini, ha vissuto l’orrore della guerra, i disagi dello sfollamento e la volenterosa ed operosa opera di ricostruzione. Latte d’Asina è un romanzo sentimentale, ambientato ad Anzio, che ripercorre il periodo dello Sbarco, fino allo sfollamento ed alla ricostruzione, nel quale vengono trattati temi come l’antisemitismo, l’emarginazione, l’amor di patria, l’analfabetismo e il tema della violenza sulle donne. E’ un libro di semplice lettura, legato dal filo dell’amore”. 

La presentazione del romanzo, che ha la prefazione di Pupi Avati, è stata coordinata dal consigliere comunale Velia Fontana in collaborazione con il Gabinetto del Sindaco e  sarà moderata dal giornalista Gianni Maritati.n “Il mio Latte d’Asina è nato dai continui racconti di mia madre – scrive il poeta anziate – riguardo il loro sfollamento a Ospedaletto, durante lo Sbarco di Anzio. La copertina è di Vito Costantini, deceduto qualche anno fa, mio carissimo e leale amico, sempre pronto all’ascolto e allo scambio di idee. Ho voluto proprio lui, per rendergli un doveroso e sentito omaggio, pressando Silvia, sua figlia, molto disponibile a sottopormi le brochure del suo caro papà. Pino Tulli mi ha messo a disposizione le foto che appaiono nel volumetto. Ho voluto Anzio dall’inizio alla fine, tutto doveva essere di Anzio e ci sono riuscito compreso il patrocinio del Comune ed il supporto del Consigliere Comunale, Velia Fontana e del Gabinetto del Sindaco che mi è giunto graditissimo. Voglio i giovani vicino a me e voglio portar loro la mia voce di poeta e scrittore, con l’entusiasmo di un ragazzo. Essere, quindi, giovane, con loro ed insieme a loro, andare per le scuole, vivere ancora perché in loro sia vibrante l’amore per l’arte tutta. Porterò Anzio, come ho sempre fatto in tante altre occasioni ovunque andrò dal nord al sud nei miei eventi, nelle mie manifestazioni, nei miei premi letterari. Fino a quando avrò la forza di farlo, viaggerò con Anzio, in bocca e nel cuore.  La dedica del mio libro al prof. Ettore Cicconetti, non è venuta a caso. E’ un pensiero per una grande persona che tutti noi ricordiamo con affetto sincero.  Sto preparando ancora “Nel mare, nel vento”, una raccolta di sonetti romaneschi con traduzione, sia come libro, sia come Cd per i non vedenti. Qualche copia sarà in Brail. Perché fermarsi? Voglio continuare a donare tutto me stesso alla “mia Anzio”, come un innamorato al proprio amore. Eccomi, – conclude Salustri –  sono pronto ancora a camminare, a correre finché posso; non faticherò, in quanto la penna ti fa volare così veloce verso spazi e tempi infiniti”.

In collaborazione con il consigliere Velia Fontana, che ricopre anche l’incarico di Presidente della Commissione Pubblica istruzione,  Luigi Salustri sarà protagonista di un progetto culturale che lo vedrà protagonista in un ciclo di incontri, nelle scuole del territorio comunale, con docenti, alunni e studenti.