SHARE

9 e 10 dicembre: l’iniziativa Unicef Adotta una Pigotta arriva ad Anzio

“Avrà pure un cuore di pezza. Ma ogni anno salva migliaia di bambini”.
E’ la Pigotta, la bambola di pezza dell’Unicef, che negli anni ha aiutato a salvare la vita di tanti, tantissimi bambini.
I prossimi 9 e 10 dicembre si potrà trovare anche ad Anzio, in piazza Pia e sarà acquistabile con un contributo di 20€. Una cifra che per un bambino da qualche parte nel mondo può significare la vita.
La Pigotta è diventata bambola ufficiale dell’Unicef Italia nel 1999, ma la prima è stata realizzata da Jo Garceau del Comitato Provinciale Unicef di Milano già nell’88. La sua storia è ricca di iniziative e successi importanti che hanno contribuito ad aiutare, ad oggi, 800.000 bambini nel mondo.
Le Pigotte sono tante, uniche ed irripetibili. Nascono dalla creatività dei Volontari Unicef: bambini delle scuole, nonni dei centri anziani, associazioni e famiglie. Non ce n’è una uguale all’altra, ma tutte sono bellissime ed è questo il motivo per cui non si possono scegliere. Ma la cosa che le rende tanto belle è che ogni Pigotta apre un cerchio di solidarietà, che unisce chi ha realizzato la bambola, chi l’ha adottata e il bambino che, grazie all’Unicef, verrà inserito in un programma di lotta alla mortalità infantile denominato “Strategia Accelerata per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’infanzia”.

Tutti i cittadini di Anzio sono quindi invitati a scendere in piazza e a comprare una di queste bambole, per dare un aiuto concreto a chi ne ha davvero bisogno.

Per maggiori informazioni sulla Pigotta, visitate il sito Unicef (Clicca qui)