SHARE
(foto Massimo Petrangeli)

Ancora una sconfitta per il Falasche che esce con le ossa rotte dalla trasferta contro la Vis Sezze. Un ko che ha acquisito le sue dimensioni solo negli ultimi minuti, a testimonianza di una sfida equilibrata. Il Falasche resta al penultimo posto in classifica, che significherebbe a fine campionato retrocessione diretta.

Gara combattuta a Sezze, ma il Falasche ne esce con le ossa rotte

La prima occasione è per i padroni di casa al 21′ con Paccariè pronto sul tiro da fuori area di Lucarini, poi sul corner seguente è la traversa a salvare la porta del Falasche sul colpo di testa di Manni. Al 29′ il Falasche impegna il portiere di casa costringendolo all’uscita disperata su Gallace, imbeccato da Della Santa.

La ripresa si apre col vantaggio del Vis Sezze al 55′: cross di Miccinilli e colpo di testa vincente di Coia. Il Falasche prova a mettere in difficoltà il Sezze ma non ci riescono, alla fine i padroni di casa chiudono i conti. All’87’ Paccarié salva in uscita su Drogheo lanciato in contropiede, ma non può nulla su Martelletta al 90′. E al 93′ Ferrari si guadagna e trasforma il rigore del 3-0 finale.

Per il Vis Sezze è la seconda vittoria di fila dopo il 2-0 rifilato sette giorni fa al Santi Michele e Donato. I setini si portano così a ridosso delle zone alte della graduatoria. Il Falasche è all’undicesima gara senza vittorie e la terza sconfitta consecutiva. A questo punto serve un cambio di passo importante ed è probabile anche un cambio di guida tecnica. Mister Ulderico Campagna ha infatti preso anche la guida della juniores ma ha già detto che difficilmente riuscirà a continuare su due fronti. Pare a questo punto scontato che tenga solo la juniores, lasciando la prima squadra. Chiunque arriverà al Villa Claudia, sé ci sarà il cambio in panchina, dovrà dare una vera scossa a una squadra che ha le carte in regola per salvarsi ma che deve assolutamente iniziare a fare punti.