SHARE
Mancini dopo il gol del momentaneo vantaggio anziate (foto Matteo Ferri)

Termina 1 a 1 tra Anzio Ostiamare e nel mezzo resta un episodio dubbio a sfavore degli anziati che lascerà discutere per lungo tempo. Andiamo per ordine. Il primo tempo il gioco è più frizzante della ripresa con l’Anzio più battagliero e meglio organizzato pronto a passare in vantaggio dopo 12′: lungo lancio di Rizzaro sulla sinistra, retropassaggio corto di un difensore ospite che consente a Mancini di prendere palla, entrare in area, smarcare il portiere e segnare. Al 14′ l’episodio che poteva consentire all’Anzio di raddoppiare è finito con le proteste dei calciatori. Lauri lancia Ricci che viene atterrato da Calveri sulla trequarti, l’arbitro lascia proseguire con Papa che si inserisce da dietro, entra in area e viene buttato giù da Proietti: rigore e ammonizione per il calciatore viola.  Il direttore di gara non si accorge però che l’assistente aveva alzato la bandierina per il fuorigioco dell’anziate. Va dal suo collaboratore, confabula con lui e assegna la punizione per un offside apparso ai spettatori inesistente dato che Papa veniva dalle retrovie. Tutto da rifare. L’Anzio al 22′ sfiora l’incrocio con il tiro al volo di Ricci. L’Ostiamare si fa vedere al 25′ sul colpo di testa di Roberti (cross da sinistra di Colantoni) con lo scatto di reni di Rizzaro che devia in corner. Vicino alla bandierina Colantoni mette al centro area e Attili di testa non inquadra la porta. Al 29′ Ricci può essere pericoloso ma Colantoni in extremis vicino al palo lo anticipa. Al 44′ la punizione di Proietti viene respinta in tuffo con i pugni da Rizzaro. Al 48′ sponda anziate corner di Papa e testa di Martilotta e Giannini si supera con una grande deviazione in angolo. L’Ostiamare riprende il gioco nella ripresa con un avvio sprint e dopo 4′ giunge al pareggio: punizione dalla trequarti di Colantoni, il colpo di testa di Roberti è respinto da Rizzaro con l’aiuto della traversa, la palla torna in campo, il centravanti viola ribatte e con la deviazione del compagno Mazzei la palla entra in rete. Al 13′ l’Anzio si fa sentire con il tiro in area di Ricci “sporcato” da un difensore chiamando a terra Giannini in due tempi. Subito cambio versante con Roberti che cerca di sorprendere da lontano Rizzaro fuori dai pali ma il portiere anziate riesce a recuperare felicemente. Al 31′ il tiro da fuori di Papa colpisce l’esterno della rete dando l’illusione del gol. Al 40′ in contropiede Proietti manda il diagonale fuori e poi al 47′ sempre l’Ostiamare con Santucci colpisce in pieno il palo con il sinistro dal limite. Prima del match lo speaker ha ricordato la memoria di Luciano Di Fraia, storico tifoso dell’Anzio Calcio scomparso giovedì scorso.

ANZIO-OSTIAMARE 1-1

MARCATORI: 12’pt Mancini (A), 4’st Mazzei (O)

ANZIO (3-5-2): Rizzaro; Provaroni (2’st Dell’Accio, 42’st Rodriguez), Martilotta, Funari; Costanzo, Lauri, Di Ventura, Papa, Landolfi; Ricci, Mancini (22’st Silvagni). A disp.: Benedetti, Barbaria, Ferrari, Gentile, Magro, Patriarca. All.: Rughetti

OSTIAMARE (4-2-3-1): Giannini; Belardelli, Mazzei, Pieri, Colantoni; Bellini, Calveri (39’pt Dioguardi, 28’st Santucci); Attili, Ferrari, Proietti; Roberti. A disp.: Barrago, Odorisio, Chiurco, La Rosa, Achilli, Saltalamacchia, Pedone. All.: Greco

ARBITRO: Di Cicco di Lanciano
ASSISTENTI: Bianchini di Frosinone – Giudice di Frosinone

NOTE – Ammoniti: Calveri, Funari, Proietti, Bellini, Belardelli, Roberti. Angoli: 7-6. Fuorigioco 5-1. Recupero: 4’pt, 3’st