SHARE
dimissioni

Tanto tuonò che piovve. Sono state protocollate poco fa al sindaco Luciano Bruschini e al segretaria comunale Marina Inches le cinque lettere di dimissioni dal loro incarico firmate da altrettanti assessori della Giunta anziate: Giorgio Zucchini, Alberto Alessandroni, Laura Nolfi, Sebastiano Attoni e Giorgio Bianchi. In carica, al momento, restano solo Patrizio Placidi e Roberta Cafà firmataria del documento che stamattina aveva prima provocato la rabbia di Forza Italia e poi la presa di posizione dei colleghi assessori.

In riferimento alla nota stampa diffusa dall’assessore Roberta Cafà – scrivono i cinque dimissionari – nel sottolineare l’importanza dell’unità del centrodestra intorno alla candidatura a sindaco di Candido De Angelis, con un programma amministrativo condiviso, tenuto conto delle riunioni precedenti dei partiti e delle liste civiche che rappresentano il centrodestra di Anzio, rammaricati per le affermazioni dell’Assessore, in quanto tutti abbiamo parimenti operato nell’esclusivo interesse della cittadinanza, condividendo la volontà di tutti i gruppi consiliari del centrodestra e del nostro Sindaco, Luciano Bruschini, i sottoscritti Assessori del Comune di Anzio si dimettono dalla carica, per favorire l’unità della coalizione di centrodestra quale progetto politico e di governo per lo sviluppo e la crescita della città“.

Solo stamattina il gruppo consiliare di Forza Italia aveva chiesto le dimissioni della Cafà o l’azzeramento della Giunta. Il primo cittadino del resto era stato chiaro in proposito: chi è contro De Angelis è contro il centrodestra di governo. Dopo questo terremoto, non sembrano esclusi ulteriori colpi di scena.