SHARE
Paolo Borsellino

A 25 anni dalla scomparsa di Paolo Borsellino, la città di Anzio ha voluto rendere omaggio al magistrato che perse la sua vita per combattere la mafia

Una città ricoperta di manifesti. Questo l’omaggio che Anzio ha voluto rendere a Paolo Borsellino ricordando il Magistrato nel venticinquesimo anniversario della strage di via D’Amelio nella quale persero la vita anche i cinque agenti della scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Il manifesto preparato presenterà la famosa frase del magistrato che perse la vita per mano di Cosa Nostra: “E’ normale che esista la paura in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti“.
Inoltre lo scorso anno la Città di Anzio ha intitolato il plesso scolastico di Villa Claudia al magistrato Paolo Borsellino.