SHARE
calciomercato

Da alcuni giorni ha avuto ufficialmente inizio la stagione 2017 del calciomercato estivo, un rincorrersi di notizie – a volte vere, spesso destinate a rimanere rumors – che tengono viva l’attenzione sul calcio anche durante la pausa del campionato.

Come ogni anno il calciomercato è pane per i denti dei tifosi, che sanno benissimo che da un colpo di mercato che può dipendere l’esito della stagione successiva. Le squadre più importanti del panorama sportivo italiano, del resto, hanno iniziato ad intavolare trattative già prima dell’apertura ufficiale delle compravendite, allo scopo di rinforzare o rinverdire le proprie rose con innesti significativi.

Aperta ufficialmente il 3 luglio, la stagione del calciomercato proseguirà fino alle ore 23 del 31 agosto, data ultima per depositare i contratti siglati. Ma alcuni accordi sono stati già discussi e conclusi nelle scorse settimane, mentre ci sarà come ogni anno la possibilità che gli accordi quasi certi sfumino all’ultimo momento per il ritardo nella registrazione dei contratti.

Accadde ad esempio l’anno scorso, quando la Fiorentina si ritrovò senza Stevan Jovetic, mentre la Juve perdeva l’opportunità di far trasferire Alex Witsel e la Roma quella di ospitare Jack Wilshere.

Il fermento attorno alle vicende di calciomercato riguarda ormai anche gli appassionati di scommesse, ecco il motivo per cui i bookmaker, oltre alle consuete scommesse di serie A, offrono quote aggiornate sugli eventi di calciomercato basate sugli avvenimenti che mutano di ora in ora.

Per quanto riguarda la società giallorossa, sono molte le novità che riguardano la squadra capitolina, reduce dal recente abbandono di Spalletti e soprattutto dell’addio al calcio da parte di Francesco Totti.

Archiviata la scia di polemiche seguite al saluto al calcio del numero 10, è tempo per i giallorossi di trovare un nuovo equilibrio per affrontare al meglio il campionato che sta per iniziare.

In panchina, al posto del tanto contestato Luciano Spalletti, arriva Eusebio Di Francesco, tra i protagonisti del terzo scudetto della Roma e artefice della storica promozione del Sassuolo in Serie A.

È stato il direttore sportivo della Roma, Monchi, a volere Di Francesco in panchina con l’obiettivo di migliorare la qualità tecnica di una squadra che si accontenta ormai da troppi anni dei gradini più bassi del podio.

Con Di Francesco, dalle fila dei neroverdi dovrebbe arrivare anche l’attaccante Berardi, uno dei nomi favoriti tra quelli che dovranno sostenere il difficile compito di sostituire Salah, in partenza per Liverpool. Resteranno invece Dzeko, De Rossi e Strootman, con contratti già confermati e rinnovati.

Per quanto riguarda il club campione d’Italia 2017, ovvero la Juventus, è emerso in modo chiaro il bisogno di rinforzare il centrocampo. Massimiliano Allegri, già confermato nel ruolo di commissario tecnico, riproporrà molto probabilmente il suo modulo 4-2-3-1, ma questa volta l’obiettivo non sarà soltanto il titolo nazionale bensì anche quello prestigioso della Champions, sfumata a causa della sconfitta in finale. L’accordo per l’attaccante della Sampdoria Patrik Schick è già stato siglato, ma la Vecchia Signora si sta interessando anche a Douglas Costa, attualmente giocatore del Bayern, ed a Steven N’Zonzi, del Siviglia.

Il club guidato da Sarri, dopo il terzo posto del 2017 dietro Juve e Roma, punta a diventare più competitivo sia in Italia che in Europa e sogna di cucire sulla maglia uno scudetto che manca da oltre 25 anni. È ancora incerto il destino del portiere azzurro Pepe Reina, ma quasi sicuramente il giocatore lascerà Napoli. Occhi puntati sullo spallino Apex Meret, ma anche su Iker Casillas, il celebre portiere del Real e della Nazionale iberica, e su Alessio Cragno, promettente talento del Cagliari.

In fibrillazione anche i tifosi dei due club meneghini. Milan e Inter, entrambe passate sotto la direzione di società cinesi con ampie disponibilità economiche, dovranno risollevare le proprie sorti dopo alcune stagioni deludenti e il calciomercato sembra la grande occasione per rinforzare le rose e far tornare le squadre ai tempi d’oro della loro storia.