SHARE
rotatoria
Le organizzazioni sindacali Cgil, Uil Fpl e Diccap hanno sospeso lo stato di agitazione dei dipendenti comunali di Nettuno. E’ il risultato del tavolo di conciliazione tenutosi questa mattina in Prefettura a Roma alla quale hanno partecipato anche l’assessore al Personale Nanda Salvatori e il segretario comunale Alberto Vinci. La Prefettura era rappresentata dal dottor Giovanni Borrelli. Proprio il Prefetto Borrelli durante l’incontro ha evidenziato come le numerose questioni poste da parte delle organizzazioni sindacali presenti al tavolo erano tutte meritevoli di attenzione, ma che avrebbe reso impossibile in quella sede dare puntuale approfondimento di ciascuna. Per questa ragione ha chiesto se si potessero evidenziare alcune specifiche problematiche ritenute di maggiore rilevanza.
I rappresentanti sindacali hanno lamentato, in particolare, la difficoltà nel rendere esigibili i frutti della contrattazione decentrata, più recentemente la difficoltà a rendere  produttivo il tavolo per i negoziati per il contratto collettivo decentrato e il fatto che all’intento degli uffici vi è uno stato di diffidenza da parte dell’Amministrazione verso i dipendenti comunali. I sindacati hanno tenuto a evidenziare il necessario recupero di un clima corretto nelle relazioni sindacali e che vedono, nell’ultimo periodo, convocazioni non equilibrate fra le sigle, da parte dell’Amministrazione, fatto che non aiuta il confronto e la serenità delle relazioni stesse.
I rappresentanti del Comune di Nettuno hanno riconosciuto alcuni ritardi, dovuti al rinnovo degli organi amministrativi ed alla mancanza di personale dirigente. Per questa ragione hanno dovuto assumere un dirigente esterno all’Area economica finanziaria sprovvista di tale figura. Ad ogni modo, hanno manifestato la disponibilità, piena e incondizionata, per un incontro, da tenersi con tutte le organizzazioni sindacali, per instaurare un clima diverso, più costruttivo che tenga conto degli istituti contrattuali vigenti, dei programmi dell’Amministrazione comunale e delle aspettative dei dipendenti stessi. I rappresentanti sindacali hanno quindi accettato l’invito della Prefettura di sospendere lo stato di agitazione, riservandosi di comunicarne di comunicare l’esito entro 20 giorni, alla Prefettura stessa ed alla Commissione di Garanzia. L’incontro con l’amministrazione comunale al quale parteciperà anche il sindaco Angelo Casto, dovrebbe tenersi già nelle prossime ore.