SHARE
Primavera del sociale

Scende in piazza la Terza edizione di “Primavera del Sociale” con la presentazione delle associazioni del terzo settore

Quando non si può tornare indietro bisogna soltanto preoccuparsi del modo migliore per avanzare”. Questo lo slogan della manifestazione che si terrà il 27 e il 28 maggio in piazza Pia ad Anzio.
La “Primavera del Sociale“, patrocinata dal Senato della Repubblica, dalla Regione Lazio e dalla Asl Roma6, consiste in un polo fieristico crea l’occasione di un confrontora tra gli operatori del sociale facendo sì che  il Comune entri in contatto ocn una rete di solidarietà.
L’esposizione nasce nel 2014 con l’intento di creare una vera e propria vetrina di presentazione delle associazioni del terzo settore e di volontariato del territorio, e dei servizi da loro offerti.

Oltre alle Associazioni – ha affermato Roberta Cafà, Assessore alle Politiche Sociali – il programma sarà arricchito da iniziative ludico e formative quali mini convegni su tematiche sociali, dimostrazioni pratiche, concerti di artisti emergenti e di giovani del territorio. Insomma, una vera e propria fiera di prodotti “doc” dove, a fare da protagonisti, sono coloro che operano all’ombra, credendo nella loro missione e mettendo a disposizione competenza, sensibilità e passione. Prodotti impalpabili che rappresentano il valore aggiunto del sociale, specie in un periodo difficile come il nostro, dove spesso, purtroppo, davvero non si può tornare indietro”.

Tra le varie attività sono state previste le interviste degli espositori e la trattazione di varie argomentazioni, presso l”Area forum” dello stand del Comune di Anzio, si tratta di uno spazio di circa 20 minuti riservato a chi ha manifestato l’interesse, per esporre i propri progetti ed aprire un tavolo di discussione sulla materia, di seguito il programma:

Sabato 27 Maggio:
• 16,30 Forum su “Purtroppo non è solo un gioco,  quando il gioco crea dipendenza” a cura del Dsm

Domenica 28 Maggio:
• 11,00 Presentazione risultanze progetto Fuoriclasse a cura dell’Associazione La Giostra dei Colori;
• 11,30 Dsa: dallo screening alle proposte di intervento. L’esempio di “scoprirsi competente” finanziato con il Fse 2014-2020 dal bando Fuoriclasse, Aps Con_Tatto;
• 12,00 Presentazione risultati della Campagna di sensibilizzazione per la donazione del sangue a cura dell’Avis;
• 15,30 Prevenzione e salute: presentazione dei report sullo screening al seno e progetto per acquisto mammografo da parte dell’Andos e del Comitato per la lotta contro il cancro;
• 16,00 L’importanza dell’allattamento al seno a cura di Oro Bianco;

Anche l’Avis ha messo a disposizione la propria competenza organizzando, nella mattinata di domenica la raccolta sangue e lo screening per i donatori (ormone tiroideo e Psa) con il posizionamento dell’autoemoteca direttamente nella piazza, dalle 7,30 alle 12,00.
Presso lo stand dell’Andos, del Comitato per la lotta contro il cancro e della Croce Rossa Italiana sarà possibile ricevere le informazioni sulle attività di prevenzione e sulla campagna di promozione per la raccolta fondi da destinare all’acquisto di un mammografo per il reparto di senologia dell’Ospedale Riuniti Anzio Nettuno.

Molte le attività di intrattenimento come la coreografia “Danza in piazza storie e movimento tra musiche e colore” a cura dell’Associazione Danza Fuoricentro diretta da Simona Crivellone, lo spettacolo di mentalismo ed ipnosi a cura del Mago Ascanio – premio Internazionale Merlin Award 2015 – e mascotte in flash mobe della “Combriccola del divertimento”.
In piazza scenderà anche l’Università della Terza Età, Upter, l’Istituto Emanuela Loi con il recente indirizzo in scienze sociali, i Centri Anziani che approfitteranno per le nuove Iscrizioni, Federanziani, le Parrocchie del territorio e tante altre associazioni operanti per il miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini

Una finestra sul sociale, insomma – sottolinea Roberta Cafà – per darci la possibilità di orientarci e trovare il modo migliore per avanzare per il quale ringrazio tutti coloro che si sono distinti, a partire dal mio staff, ai professionisti del Sociale del Comune di Anzio ed alle Associazioni, sempre presenti a scendere in piazza con me. Un ringraziamento particolare alla Comunità Massimo ed Moto Club ‘I Neroniani’ per aver offerto il proprio contributo nel montaggio dei gazebo, ed a tutti gli altri sponsor come Gioiabus, Banca Popolare del Lazio, Formula Servizi, Siracusa Piante, Claudia Ferrara, che hanno creduto in questo evento, senza dei quali non avremmo mai potuto decorare di valori la nostra Città”.

Nessun commento

Lascia un commento