Home Cultura Anzio, al via il Borgo marinaro di Nerone finanziato dalla Regione

Anzio, al via il Borgo marinaro di Nerone finanziato dalla Regione

2353
0
SHARE

E’ stata pubblicata ieri la graduatoria del ‘Bando Borghi 2017‘, l’avviso pubblico finanziato con 1,6 milioni di euro dalla Regione Lazio e dedicato alla valorizzazione e promozione turistica dei comuni della regione. Trentadue progetti accolti su 152 presentati, 8 quelli situati nel territorio di Città metropolitana finanziati; tra questi c’è anche la città di Anzio – ai primissimi posti – che avrà uno strumento in più di promozione turistica e culturale. In particolare il progetto presentato dall’ufficio Europa comunale ‘Borgo marinaro di Nerone’ sarà finanziato con 50.000 euro e punta a far convivere le anime della città in una nuova ottica, rafforzandone l’identità e la riconoscibilità in Italia e all’estero, con un nuovo posizionamento strategico del ‘prodotto Anzio’, attraverso la comunicazione integrata che punterà sul digitale. Le principali iniziative collegate al progetto del Borgo di Nerone riguardano: l’apertura di un Infopoint Blu turistico al centro, cartellonista coordinata che guiderà il turista negli itinerari del borgo marinaro e l’inaugurazione del  “cammino della cultura” dove il turista troverà guide virtuali per l’illustrazione della storia cittadina, delle opere d’arte  e delle tradizioni enogastronomiche legate al mare.

Questi sono i fatti concreti che stiamo mettendo in campo  commenta il sindaco Luciano Bruschini – per portare a compimento, nonostante tante difficoltà di leggi nazionali e i vincoli normativi imposti dal bilancio, l’impegno assunto con i cittadini”. Bandiera Blu, le Bandiere Verdi, i lavori a Villa Adele, la realizzazione di un nuovo parco pubblico, il bando per la realizzazione del porto, gli interventi di riqualificazione nei quartieri, la cura del verde, un importante progetto per finanziare i giovani che decideranno di scommettere sulle loro capacità per realizzare i loro sogni e la programmazione di una stagione estiva all’altezza “sono soltanto alcuni degli interventi che abbiamo programmato, senza aumentare di un solo euro la pressione fiscale sulla cittadinanza. Parcheggi, mense, trasporto scolastico e l’intera politica tributaria del Comune – continua il Sindaco – con la possibilità, approvato il consuntivo, di finanziare anche altre importanti opere come il centro Dopo di Noi, destinato ai diversamente abili di Anzio e Nettuno, rispetto al quale abbiamo già donato all’associazione un’area di 5.000 metri quadrati e la demolizione del muro dell’ospedale militare, con la realizzazione del parco pubblico che stravolgerà, in positivo, l’ingresso al centro storico di Anzio con una nuova area verde, a disposizione delle famiglie di Anzio e dei turisti, che stanno premiando, con presenze record, la nostra azione amministrativa”.