SHARE
Il portiere Mattia Paci (foto Marco Colarossi)

Partiamo dalla fine, o meglio dall’incredibile gol del portiere anziate a due secondi dal termine che sancisce il 5-3 per l’Anzio tornato al successo. L’estremo difensore biancazzurro vede il portiere avversario fuori dai pali e con un lungo e preciso tiro dalla sua porta indovina l’angolo basso di quella avversaria. Gol che raramente si vedono sui campi di pallanuoto. Da immaginare poi il grande abbraccio dei compagni al proprio portiere. Dunque l’Anzio torna a vincere battendo l’Aquademia e lo fa con piglio. Dopo un primo tempo finito senza reti, a rompere gli induci ci pensa Francesco Lucci in superiorità numerica e il raddoppio arriva dal fratello Alessandro con un gol angolato dalla lunga distanza. La formazione castellana chiude il parziale sul 2-1 con Emanuele Gallo sotto l’incrocio. L’Anzio si porta sul 3-1 grazie alla rete in controfuga di Francesco Lucci, il quale segna in apertura dell’ultimo tempo con l’uomo in più (4-1). Uomo in più che viene poi concretizzato anche dagli ospiti con Comunzzi (4-2) e La Rosa sorprende poi la difesa anziate portando la propria squadra sul 4-3. Nel finale il grande gol del portiere Paci chiude la gara sul 5-3.

ANZIO – AQUADEMIA 5-3 (0-0, 2-1, 1-0, 2-2)

Anzio: Paci 1, Tonon, Castello, Mazzarino, Costantini, Lucci Francesco 3, Cava, Lucci Alessandro 1, Volpini, Gualandi, Colanera, Giordani, Sejic. Allenatore Criserà

Aquademia: Candidi, La Rosa 1, Zavattini, De Stasio, Comuzzi 1, Carosi, Zacchei, Gallo Emanuele 1, Gallo Gabriele, Mattoccia, Galli, De Luca, Marinache. Allenatore De Paolis

Arbitro: Riviezzo di Roma

Note: Superiorità numeriche: Anzio 2/6 e Aquademia 1/2