SHARE
L’Accademia Delia si batte per la valorizzazione del Monumento ai Caduti di Nettuno

Da diversi anni l’Accademia Delia si sta battendo per la tutela del Monumento ai Caduti di Nettuno.
“Tuttavia, ancor oggi, non solo il manufatto in questione versa in stato pietoso – danneggiato, degradato, adornato con lapidi posticce estranee al contesto valoriale espresso dal monumento – scrivono in un comunicato dall’associazione – ma la stessa piazza che lo ospita, emblematicamente intitolata all’eroe di guerra Cesare Battisti, è trasformata in un volgare parcheggio. L’intera area è oggetto di profonde criticità che hanno stravolto lo spirito e i valori che erano alla base della progettazione del 1938. Date queste constatazioni, l’Accademia Delia, per mezzo del suo rappresentante Pietro Cappellari, ha presentato al Comune di Nettuno un’idea progettuale per la monumentalizzazione dell’intera area”, proseguono.

L’Accademia, in altre parole, propone la monumentalizzazione di tutta la piazza Cesare Battisti, attraverso l’indizione di un concorso pubblico a livello universitario per la valorizzazione dell’intera area. Secondo l’associazione, il concorso dovrebbe rispettare i seguenti requisiti: il richiamo al progetto del 1938, la pedonalizzazione di tutta la piazza e l’interdizione al transito automobilistico in entrata e in uscita su tutta l’area.

“Noi dell’Accademia Delia ci sentiamo in dovere di intervenire, almeno per fissare – se non un progetto particolareggiato che toccherebbe anche il piano regolatore – almeno un atto di indirizzo”, concludono.

Nessun commento

Lascia un commento