Nettuno, dipendenti “poco collaborativi”: la Rsu chiede un incontro con il sindaco

Nettuno, dipendenti “poco collaborativi”: la Rsu chiede un incontro con il sindaco

2058
0
SHARE

La Rsu sindacale chiede all’amministrazione comunale di Nettuno “un incontro costruttivo privo di strumentalizzazioni politiche che porti ad una analisi concreta delle carenze riscontrate”. La richiesta di incontro arriva dal coordinatore della Rsu Massimo De Marco a cui segue l’intervento del vicesindaco Daniele Mancini sulla presunta mancata collaborazione degli impiegati comunali. Una posizione che nei giorni scorsi era stata criticata dai sindacati territoriali. Per questo la Rsu – che raccoglie gli iscritti di Cgil, Cisl, Uil e dei sindacati autonomi Diccap e Csa – ha chiesto un tavolo di confronto con l’amministrazione.
“Lo facciamo – spiega De Marco – per conoscere e la veridicità di quanto dichiarato e in secondo luogo per avere un confronto costruttivo. Se dovessero emergere delle responsabilità accertate dei dipendenti, è giusto che venga informato l’organo competente per i provvedimenti di legge. Non credo però sia stato giusto sperare nel mucchio, anche perché, è bene ricordarlo, oggi il comune di Nettuno puo’ contare su un organico complessivo di 166 dipendenti, 200 in meno di quello di Anzio; di questi 166, circa sessanta redigono gli atti amministrativi e hanno la responsabilità dei procedimenti. Siamo pertanto convinti che si stia facendo il massimo con le risorse umane ed economiche che oggi ha a disposizione il Comune. Ecco perché chiediamo un incontro chiarificatore con l’amministrazione comunale”.

Nessun commento

Lascia un commento