Casto dopo l’ordinanza sui locali: “Non torno indietro, voglio un Borgo non...

Casto dopo l’ordinanza sui locali: “Non torno indietro, voglio un Borgo non violento”

5565
0
SHARE
borgo

Dopo l’ordinanza firmata ieri dal Sindaco per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico che dispone la chiusura dei locali del Borgo medievale all’1 di notte, oggi è proprio Angelo Casto ad intervenire per spiegare le ragioni del provvedimento e annunciare una battaglia senza precedenti contro chi non rispetta le regole e alla non violenza. “Dopo gli ultimi gravissimi episodi accaduti all’interno del Borgo medievale che rappresenta un bene prezioso per l’intera città di Nettuno – spiega il primo cittadino – e anche alla luce degli atti vandalici e delle scritte di pessimo gusto che offendono il Borgo, ho deciso di emettere l’ordinanza che andrà rispettata in tutto. Voglio un Borgo non violento dove tutti – residenti, ragazzi e famiglie comprese – si sentano al sicuro. Come Sindaco, in sinergia con le forze dell’ordine, ho il dovere sacrosanto di garantire la sicurezza“. L’ordinanza – che vieta schiamazzi, bombolette spray e di bere cocktail alcolici fuori dai circoli – è sperimentale ed avrà validità per i prossimi 60 giorni, al termine dei quali Casto deciderà se ripristinare il vecchio orario di chiusura dei locali oppure inasprire ulteriormente.

Voglio essere chiaro: indietro non torno e mi aspetto la collaborazione di tutti. Se al termine dei 60 giorni non sarà accaduto nessun fatto violento e non ci sarà nessuna protesta da parte dei residenti, sono disponibile a rivedere il provvedimento. In caso contrario disporrò la chiusura dei locali e dei circoli alle 24“. Insomma un punto di non ritorno e un pugno duro contro chi finora non ha rispettato il Borgo medievale. “Sarebbe bello poter godere di questo luogo del 1500 senza terrore; la paura non deve più albergare negli animi di nessun cittadino di Nettuno. Non saranno tollerati né il mancato rispetto degli orari né gli schiamazzi né la violenza verbale; va bene la movida ma solo se si atterrà al rispetto delle regole“.

 

Nessun commento

Lascia un commento