Home In evidenza Centro trasfusionale a rischio, solidali le forze politiche

Centro trasfusionale a rischio, solidali le forze politiche

1076
0
SHARE

Le forze politiche locali e non, “Città Futura di Anzio e Nettuno”, “Fratelli d’Italia” e “Forza Italia”, solidali contro la diminuzione dei giorni di donazione del sangue presso il centro trasfusionale all’ospedale Riuniti di Anzio e Nettuno.

Dopo l’annuncio avvenuto lo scorso lunedì della riduzione delle attività del centro trasfusionale dell’Ospedale Riuniti di Anzio e Nettuno, a causa di carenza di personale, alcune forze politiche locali e non sono intervenuti sulla questione. “E’ un atteggiamento irrispettoso  nei confronti dei donatori che volontariamente si mettono a disposizione per aiutare e per sopperire alla grave carenza di sangue della nostra Regione – afferma Rosalba Esposito del Movimento Civico Città Futura Anzio e Nettuno – il nostro movimento ritiene che questa situazione contrasta con i numerosi appelli alla donazione diramati periodicamente, soprattutto durante l’approssimarsi del periodo estivo ed in occasione di fatti di estrema gravità”. 

Interviene sulla questione anche Fabrizio Santori, consigliere regionale FdI: “Apprendo con preoccupazione la notizia della riduzione dei giorni in cui poter donare sangue presso il centro trasfusionale di Anzio, a causa della mancanza di personale medico necessario. Un servizio di vitale importanza, alla luce della continua carenza di sangue e della conseguente richiesta di donazioni. Eppure risale ad una settimana fa il rapporto sulla Sanità del Lazio presentato da Zingaretti che snocciolava dati e annunciava un futuro roseo grazie a un bilancio in attivo e risanato, che contrasta con la realtà di oggettive carenze delle strutture anche in provincia di Roma. La questione del centro trasfusionale di Anzio, dunque, sarà portata all’attenzione del Consiglio regionale dove verrà portata all’attenzione del presidente Zingaretti e della sua maggioranza.”

“Mentre il presidente Zingaretti si ostina a raccontare che la situazione sta migliorando, purtroppo in ambito sanitario la realtà è decisamente differente da quella “immaginata” dal governatore – dichiara il capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della commissione salute Antonello Aurigemmaperaltro, donare il sangue rappresenta un gesto nobile, di grande valore che evidenzia profonda sensibilità. Ma Zingaretti riesce a tagliare anche questo. Noi, insieme anche al consigliere comunale di Nettuno Claudio Dell’Uomo, continueremo a mantenere alta l’attenzione su tale questione, perché non consentiremo questo lento “svilimento” per quanto riguarda l’offerta sanitaria nel Lazio”.

Gli orari dei centro trasfusioni sono: il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 8 alle ore 11.