Si è spento Francesco Rossi, giornalista e scrittore

Si è spento Francesco Rossi, giornalista e scrittore

910
0
SHARE

Amante di Nettuno aveva scelto questa città per trascorrere gli anni da pensionato davanti al mare che amava tanto.

Se n’è andato con il sorriso, quasi chiedendo scusa Francesco Rossi, classe 1925, una vita come inviato speciale nelle pagine sportive del Messaggero – È stata una grande firma del giornale romano – prima di ritirarsi per la pensione con la moglie Mercedes a Nettuno, nella loro casa davanti al belvedere. Davanti al mare che amava tanto.
Sabato mattina si era recato dal solito salone per la barba e i capelli. Poi un aperitivo con alcuni amici al bar Belvedere. Nel pomeriggio un malore improvviso. Quindi la morte. Che lascia nel dolore chi lo ha conosciuto e apprezzato. Un grande professionista e un galantuomo, Francesco Rossi, che incontravamo spesso sul lungomare con la busta della spesa e, sotto il braccio, l’amato Messaggero e il Corriere della Sera. Sempre sorridente, garbato.
Lasciati gli studi di ingegneria per seguire la passione giornalistica che lo “divorava”, Francesco aveva cominciato la sua carriera nel settimanale “Il Tifone” di Eugenio Danese, sotto la guida di un vero maestro, Riccardo Lalli, che ne ha fatto un giornalista poi affermatosi nella carriera interamente trascorsa nel quotidiano il Messaggero della famiglia Perrone. Per anni è stato la punta di diamante degli inviati che seguivano la Roma, la sua squadra del cuore.
Con la pensione aveva riscoperto la vena di scrittore che lo ha portato negli anni a pubblicare numerose opere. Tra le quali non possiamo non ricordare “quei giorni a Nettuno“, scritto a quattro mani nel 1989 con Silvano Casaldi anche per dimostrare come fosse giusto aggiungere il nome di Nettuno all’avvenimento bellico comunemente citato quale sbarco di Anzio. Un’inchiesta storica che meritò l’introduzione di Giovanni Spadolini, oltre all’onorificenza di Cavaliere conferitagli dal presidente della Repubblica Luigi Scalfaro. I funerali di Francesco Rossi sono stati celebrati nel pomeriggio alla collegiata di San Giovanni al Borgo medievale.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Lascia un commento