Vela, il J24 della Marina Militare La Superba vince l’Invernale di Anzio...

Vela, il J24 della Marina Militare La Superba vince l’Invernale di Anzio e Nettuno

450
0
SHARE
unnamed (1)Si è conclusa ad Anzio la buona stagione della Flotta J24 di Roma. Nei giorni scorsi si sono disputate le ultime quattro prove del Trofeo Roberto Lozzi  e le ultime due del 42° Invernale J24 di Anzio e Nettuno che è stato organizzato dal CDV Roma, dal RCCTevere Remo, dalla LNI sez. Anzio, dal Nettuno YC in collaborazione con la Sez. Velica Marina Militare, l’Half Ton Class Italia e la Marina di Nettuno. I vincitori di queste edizioni sono : ITA 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano, già campione d’Inverno 2016, che si è aggiudicato anche la vittoria finale del Campionato Invernale 2016-2017 mentre all’equipaggio ungherese di Hun 1622 Juke Boxe (Miklòs Rauschenberger, Balmaz Litkey, Tamas Peter, Akos Pecsvaradi, Tamas Richter) è andato il Trofeo voluto per ricordare l’armatore e timoniere del J24 ITA 428 prematuramente scomparso.
La giornata di sabato si è presentata con un bel vento teso di tramontana di 18 nodi – ha spiegato Federico Miccio di Ita 216 Jumping Jack Flash- Ne sono venute fuori due avvincenti prove che hanno impegnato non poco gli equipaggi che si sono trovati a gestire raffiche di vento fino a 25 nodi. Ad avere la meglio è stato l’equipaggio ungherese Juke Box che con un secondo e primo posto ha messo al sicuro la vittoria del Trofeo Lozzi. Da segnalare anche l’ottima prestazione di ITA 358 Arpione di Michele Potenza (Italo Paulini alle scotte, Fabio Chiattelli alla tattica, Elisabetta Centrone alla prua e Domenico Spoletini alle drizze) che con un quarto e secondo piazzamento hanno consolidato il terzo posto della classifica generale. Domenica, invece, si sono presentate condizioni completamente diverse, con vento di scirocco che non ha superato comunque i 5/6 nodi. Come di consueto i J24 sono partiti dopo l’altura e dopo i Platu 25. Anche se il J24 della Marina Militare la Superba, già campione con una giornata di anticipo, non ha preso parte alla gara, non sono mancate le sorprese per il resto della Flotta. Dopo la prima partenza, infatti, un salto di 70 gradi a sud ha avvantaggiato non poco gli equipaggi che avevano scelto il lato destro del campo ed in particolare ITA 40 Alba Chiara timonato da Stefano Venturi (in equipaggio con l’armatore Raffaele Venditto, Alessandro De Iulio, Luciano Tricarico e Eugenio Aurisicchio) che non solo ha incassato il regalo girando per prima la boa di bolina, ma ha allungato progressivamente il distacco su Pelle Nera (timonata dal pluricampione del mondo Soling Litkey Farkas) e sui campioni ungheresi di Juke Box, vincendo la gara. Il vento si è posizionato a 190° quando il comitato di regata ha dato il via all’ultima prova del campionato invernale, vinta da Pelle Nera ITA 447, seguita da Cesare Julio ITA 210 timonata da Massimo Meriggi e da Juke Box. Alla Marina Militare è stato assegnato il campionato invernale con una giornata di anticipo, mentre all’equipaggio ungherese Juke Box è andato il Trofeo Lozzi.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Lascia un commento