SHARE
Il rigattiere di Nettuno è stato denunciato ieri per aver venduto sulla strada Nettuno-Velletri la carcassa di una volpe. Sul posto la polizia municipale e la Asl veterinaria

È stato denunciato dalla Procura della Repubblica di Velletri per aver ucciso e messo in vedita la carcassa di una volpe, un rigattiere di Nettuno. Il settantenne nella giornata di ieri aveva posizionato la sua apetta lungo la strada Nettuno-Velletri, pronto per vendere, sprovvisto di qualsiasi tipo di autorizzazione, oggetti di vario genere, tra cui anche la carcassa del povero animale. Ricevuta una segnalazione da un cittadino, la polizia municipale nettunese, coordinata dal Maggiore Cestarelli e dal tenente Fiorilli, si è recata sul posto e ha chiamato immediatamente la Asl veterinaria. Stabilito che la volpe era stata uccisa da poco tempo, tanto che ancora non era stata imbalsamata, il corpo dell’animale è stato portato via ed ora si trova a Roma per ulteriori analisi. La volpe non è un animale protetto, dunque può essere cacciato regolarmente nel periodo prestabilito, ma quando non è aperta la caccia, viene considerata a tutti gli effetti un bene dello stato e dunque non può essere uccisa.

Il rigattiere oltre ad essere stato denunciato per l’uccisione di fauna selvatica, considerata bene dello stato, dovrà rispondere anche delle altre sanzioni di rito, segnalate dalla polizia municipale nella giornata di ieri.