“No alla strage di mimose”, l’appello di Fare Verde

“No alla strage di mimose”, l’appello di Fare Verde

1053
0
SHARE
Vendita delle mimose: Fare Verde nucleo di Anzio e Nettuno, in vista dell’imminente festa della donna, chiede a tutti di non comprare i fiori dagli abusivi ma di recarsi dai rivenditori autorizzati per salvaguardare gli alberi.

Fare Verde nucleo di Anzio e Nettuno mette tutti in guardia sulla compravendita delle mimose. Domani sarà la festa della donna e il simbolo di questa giornata sono senza dubbio le mimose. Secondo una denuncia da parte della Coldiretti, le organizzazioni criminale stanno effettuando vere e proprie razzie, spogliando gli alberi di mimosa e vendendo i mazzi tramite una fitta rete di venditori abusivi. “Un danno enorme per l’ambiente e incassi notevoli per i criminali – dichiara l’avvocato Francesco Greco, presidente nazionale di Fare Verde – quintali di rami di mimosa sono stati strappati dagli alberi e introdotti in un mercato parallelo. A questa attività illecita si aggiunge l’aggressione dei privati, che strappano dagli alberi la mimosa danneggiando gravemente le piante. Per questo, da anni, lanciamo appelli contro quella che, in prossimità dell’8 marzo, è una vera e propria strage degli alberi di mimosa. La festa della donna non passi per la distruzione dell’ambiente. Se si vuole acquistare un rametto di mimosa ci si può rivolgere a venditori autorizzati, che sono riforniti dai coltivatori italiani di questo bellissimo fiore.” Domani chi vorrà regalare una mimosa la compri dai rivenditori autorizzati e non da quelli abusivi.

 

 

Nessun commento

Lascia un commento