SHARE

Continua a macinare vittorie questo sorprendente Anzio. A Civitavecchia contro il Centumcellae colleziona l’ottavo successo su otto gare disputate. Un cammino veramente esaltante. Non è stato comunque facile battere il fanalino di coda il cui risultato finale è stato di 4 a 6 (parziali: 3-1, 0-1, 1-1, 0-3). La partenza si è chiusa a vantaggio dei padroni di casa (3 a 1) con un paio di gol che l’Anzio poteva evitare. Dal secondo tempo i biancazzurri riescono a trovare la quadra migliore in difesa e iniziano la rincorsa anche se sono imprecisi nelle conclusioni. E’ nel quarto tempo che l’Anzio con lo svantaggio di 4 a 3 tira fuori il meglio di se stesso vincendo il parziale per 3 a 0. Ad andare per primo in gol è Gualandi in posizione di centroboa che segna il pari, poi il vantaggio lo firma Mazzarino con l’uomo in più e infine ci pensa Alessandro Lucci a mettere il risultato in cassaforte. Nel finale il Centumcellae ha la possibilità di giocare per due volte l’uomo in più ma l’Anzio è bravo a non subire gol. I marcatori anziati sono stati: Alessandro Lucci (2), Francesco Lucci, Tonon, Gualandi e Mazzarino. Superiorità numeriche: Anzio 3/5 e Centumcellae 2/6. Espulsione definitiva per Colanera. Espulso il tecnico anziate Criserà. “E’ stata una partita difficilissima – ha detto l’allenatore biancazzurro – e non abbiamo fatto un buon match. Nonostante questo è stato disputato un grande quarto tempo che ci ha permesso di vincere e con un arbitraggio che ci ha fatto innervosire per delle decisioni non condivisibili“. E’ un Anzio che va comunque spedito. “Stiamo andando oltre ogni aspettativa e diventando la squadra da battere. Proveremo a mantenere il più possibile questa striscia positiva“.

Nessun commento

Lascia un commento