SHARE

Per i dirigenti dell’Anzio quella di oggi è stata una giornata frenetica fatta di incontri per cercare di salvare il salvabile, ossia di avere la possibilità di giocare il prossimo campionato di serie A federale. Contatti che non hanno portato a nulla come sostanzialmente sottolinea il direttore sportivo Mario Colaianni, colui che in pratica tira le fila del club. “Soltanto tante parole – dice con grande rammarico Mario Colaianni – ma nulla di concreto. Prenderemo una decisione definitiva la prossima settimana che quasi sicuramente sarà quella di rinunciare a giocare il prossimo campionato. Perché non ci sono le condizioni per andare avanti. L’ingresso in serie A del Nettuno Elite e del Città di Nettuno non ci permette di allestire una rosa completa di giocatori. Fino allo scorso anno “attingevamo” nel Nettuno Elite e ora non possiamo farlo più. Personalmente mi dispiace di chiudere in questo modo dopo aver dato tanto all’Anzio in 40 anni“. Ha già messo in preavviso la federazione dell’ipotesi dal ritiro dal campionato. “Per correttezza andava fatto. E sarà corretto farlo nel caso anche la prossima settimana sia nei confronti della federazione che nei confronti dei giocatori. Quest’ultimi nel momento in cui la decisione sarà ufficiale li metteremo in condizione di scegliere dove andare a giocare“. Insomma l’Anzio è destinato a gettare la spugna e a non giocare il prossimo campionato di serie A federale. Ed è un vero peccato per un club che quest’anno festeggia 48 anni della sua storia.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Lascia un commento