SHARE

E’ terminato da pochi minuti l’incontro tra le rappresentanti della commissione mense di Nettuno e il comandante della Polizia Locale Antonio Arancio.
Tanti i temi affrontanti nella riunione di oggi pomeriggio, che ha avuto come principale obiettivo quello di fornire un servizio migliore a tutti i bambini che usufruiscono delle mense scolastiche.
Come prima cosa, infatti, si è affrontato il discorso inerente alla qualità del cibo. Le mamme presenti in commissione hanno chiesto una maggiore varietà di alimenti e non di non servire sempre la solita pasta con il sugo.
Chiaramente non possiamo promettere di offrire un menù differente per i gusti di ogni bambino, ma ci impegneremo a garantire maggiore diversificazione – ha risposto il comandante Arancio – La qualità degli alimenti è indubbia, ma sarà nostra premura variare e dare ai bambini prodotti stagionali e a km 0. Inoltre, è mia personale intenzione organizzare al più presto un convegno incentrato sulla nutrizione, per spiegare a tutti l’importanza del cibo e di una dieta bilanciata e variegata“.

Un altro argomento importantissimo che è stato affrontato, è quello della qualità delle posate con cui i bambini mangiano. La commissione mense ha infatti evidenziato che spesso coltelli e forchette di plastica rischiano di rompersi.
Anche in questo caso, il comandante e la ditta che si occupa del servizio di refezione scolastica hanno assicurato di provvedere al più presto e di trovare posate più adatte ai bambini, più resistenti, senza però dare loro coltelli eccessivamente affilati che potrebbero causare incidenti.

Momentaneamente rimandata, per ora, l’idea della campagna anti-spreco nelle scuole. “La green economy è un progetto bellissimo, ma per ora non si può fare. E’ una questione di estrema responsabilità che per adesso non possiamo assumerci“, ha aggiunto Antonio Arancio.

 

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Lascia un commento