SHARE

Dopo mesi di silenzio, riappare sul fronte politico locale il Partito democratico di Nettuno che ha amministrato la città dal 2008 al 2015, quando fu sciolto il consiglio comunale e commissariato il Comune. Nella propria pagina Facebook il Pd pubblica una lunga nota relativa in particolare al parcheggio di piazzale Berlinguer la cui area, lo ricordiamo, è stata ripresa dalla nuova amministrazione comunale del Movimento 5 Stelle solo tre giorni fa. Ed evidenziando come nei sei mesi il nuovo governo locale “non ha risolto nessuno dei suoi annosi problemi, come viabilità. rifiuti, servizi”, il Pd presenta un promemoria delle emergenze al sindaco Angelo Casto da affrontare per il 2017. Un promemoria oggettivamente sconcertante per un partito che ha amministrato la città fino a un anno fa e che, proprio sulla vicenda del parcheggio mai realizzato, ha enormi responsabilità. Ecco comunque i punti del promemoria, che sono due:

1 – Parcheggione.

Apprendiamo che sono in corso trattative (tardive peraltro) per il recupero dell’area di piazza Berlinguer. Sembra che circoli l’idea di riempire la buca con pozzolana, visto che l’antico “macco” è finito chissà dove.
 Una eventualità di questo genere comporterebbe gravi danni per la città. Nettuno perderebbe in questo modo l’opportunità di un struttura vitale per l’alleggerimento della viabilità. Inoltre andrebbero completamente perduti i soldi fin qui investiti, per non parlare dello spreco per una nuova spesa da affrontare per l’intervento di interramento.
 Quanto costerebbe un eventuale interramento in termini di acquisto e trasporto del materiale? Quanto materiale e quanto tempo prima che si assesti? Che dire poi del viavai dei camion nel centro di Nettuno? Portare a completamento i lavori per il parcheggio, invece, oltre a dare un impianto essenziale per favorire la soluzione del traffico caotico, risulterebbe meno onerosa perché si autofinanzierebbe con il pagamento dei ticket.

La soluzione?

Realizzazione di un parcheggio per 2 piani sottoterra ed il piano terra adibito a servizi pubblici (verde e centro anziani). Avviare un concorso di progettazione per idee tra i tecnici locali (preferibilmente giovani) e premiare quindi il migliore con l’affidamento dell’incarico.

E i soldi?

La Corte dei Conti ha recentemente certificato la buona gestione finanziaria della Giunta precedente. Ciò mette in condizione il Comune di accedere a finanziamenti. Si tratta di un parcheggio a pagamento che permette la pianificazione di un buon progetto finanziario e perciò il Comune potrebbe trovare credito presso la Cassa Depositi e Prestiti o presso altre banche. Trattandosi inoltre un’opera ad alto impatto sociale e ambientale, potrebbe anche ottenere fondi europei. Serve un’Amministrazione dotata delle capacità adeguate, che abbia la forza di adottare questa soluzione e operi per realizzarla, evitando di divenire oggetto di scherno nazionale, per la manifesta incapacità di trovare il modo di realizzare un’opera importantissima.

2 – Fabbricato pericolante di via Gorizia

Dopo mesi dall’ordinanza sindacale di demolizione, nulla si muove, due strade vitali per Nettuno ancora sbarrate con grave nocumento delle attività commerciali prospicienti. A quando l’intervento del Comune?

1 COMMENTO

Lascia un commento