Nettuno, la minoranza occupa la sala consigliare

Nettuno, la minoranza occupa la sala consigliare

3311
0
SHARE

I consiglieri comunali di minoranza al Comune di Nettuno hanno occupato pochi minuti fa, a tempo indeterminato, la sala consiliare di piazza Cesare Battisti. La decisione è stata presa per contestare la bocciatura della proposta di delibera che avevano presentato con la quale chiedevano all’amministrazione comunale 5 Stelle di rivedere la decisione di chiudere l’ufficio distaccato dell’anagrafe al quartiere Tre Cancelli. Prima che la proposta venisse messa ai voti, la maggioranza aveva spiegato che la decisione di chiudere l’ufficio e spostare l’unico impiegato era strategica e tesa a rafforzare l’organico dell’ufficio anagrafe comunale che in questo momento è in difficoltà a fronteggiare la richiesta di documenti da parte dell’utenza. L’opposizione aveva controbattuto che l’ufficio di Tre Cancelli, oltre a servire anche la zona di Piscina Cardillo, era punto di riferimento istituzionale.

“La sua chiusura – hanno detto i consiglieri di minoranza – è un segnale di abbandono delle periferie”. Sì è poi passati al voto della proposta di delibera della minoranza che è stata bocciata; quindi la decisione di occupare. Per il momento ad occupare la sala consigliare sono in quattro: i consiglieri Claudio Dell’Uomo, Genesio D’Angeli, Fabrizio Tomei e Lorenza Alessandrini, ad eccezione di Giacomo Menghini. Ma tutti gli altri consiglieri di opposizione sostengono l’iniziativa.

Ⓒ RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Lascia un commento