Il CdQ Coordinamento autonomo Zodiaco in polemica per la giornata ecologica di...

Il CdQ Coordinamento autonomo Zodiaco in polemica per la giornata ecologica di oggi

6013
0
SHARE

Sorgono malcontenti tra gli abitanti del quartiere Zodiaco di Lavinio, dopo aver appreso di una giornata ecologica, organizzata dal consigliere Antonio Geracitano prevista per oggi. La giornata, che prevede una bonifica di strade e aree verdi, riguarderebbe però la sola zona adiacente al super-condominio Zodiaco. Le altre strade del quartiere, insomma, non verrebbero toccate da questa iniziativa.

Abbiamo appreso da un giornale locale e da una miriade di volantini inseriti nelle cassette postali del super-condominio Zodiaco – scrivono dal coordinamento autonomo Zodiaco Saturno e dal coordinamento legalità proprietari Zodiaco – che oggi si terrà una presunta “giornata ecologica” all’interno del comprensorio che prevede la spazzatura delle strade, il taglio delle bordure ed il ritiro domiciliare degli ingombranti (effettuato dalla ditta che gestisce appunto il verde per il Comune), organizzata da una associazione denominata “coordinamento proprietari zodiaco” che ha come presidente il consigliere di maggioranza Antonio Geracitano, che ci risulta avere anche appartamenti di proprietà all’interno del condominio e che è anche presidente della commissione ambiente. Non vi sembra un conflitto di interessi?
Ricordiamo che interventi di questo tipo sono ordinari, paghiamo le tasse per fruirne anche se poi sono saltuari ed arrivano dopo le mille sollecitazioni che sistematicamente noi inviamo all’ufficio ambiente con lo strumento del protocollo PEC. Vogliamo anche ricordare che il quartiere non è solo il comprensorio Zodiaco, ma ben più esteso e la presunta giornata ecologica non contempla tutte le strade come invece dovrebbe essere“, affermano.

Nella nota si parla poi di un altro argomento delicato, ovvero il ritiro della plastica di sabato, presumibilmente ridotto per agevolare le bonifiche straordinarie.

Inoltre ci era stato comunicato che si sarebbe ridotto il ritiro della plastica per agevolare le bonifiche straordinarie, che qui non sono arrivate – prosegue la nota firmata dai due coordinamenti – Lasciamo a voi ulteriori conclusioni ricordando da ultimo che tali servizi pubblici li paghiamo profumatamente, non sono un evento appannaggio del politico di turno, ma dovrebbero essere svolti regolarmente per garantire un ambiente curato e dignitoso in tutti i quartieri e noi da sempre ci battiamo per questo“, concludono.

Nessun commento

Lascia un commento