SHARE

Sulla vicenda biogas il clima politico ad Anzio e’ ormai fuori controllo. Tanto e’ vero che nelle ultime ore l’assessore ai Lavori pubblici Alberto Alessandroni ha consegnato nelle mani del sindaco Luciano Bruschini le proprie dimissioni perché in disaccordo con la mozione approvata ieri all’unanimità dal consiglio comunale contro l’installazione di centrali e a favore del ricorso al Tar del Lazio finalizzato ad impedire la realizzazione dell’impianto della Spadellata che ha già le autorizzazioni della Regione Lazio.
In realtà le dimissioni di Alessandroni, che ieri per protesta aveva disertato i lavori del consiglio, sono strumentali e finalizzate ad impedire al sindaco Bruschini di avviare le procedure per il ricorso al Tar contro la Spadellata. A conferma della linea guastatrice il nuovo attacco nei confronti dell’assessore Laura Nolfi che insieme alla collega Roberta Cafa’ aveva chiesto al sindaco di fare ricorso al Tar sul l’impianto della Spadellata: nella riunione della Commissione pubblica istruzione convocata questa mattina per esaminare il capitolato d’appalto della mensa scolastica, la Nolfi e’ stata duramente attaccata dal consigliere comunale Davide Gatti che l’ha bollata di “incapacità’” nella gestione dell’assessorato. A dar manforte a Gatti e’ intervenuto l’altro consigliere e componente della commissione Velia Fontana. Non deve sfuggire un particolare: Davide Gatti e Velia Fontana hanno disertato il consiglio di ieri e sono consiglieri di riferimento dell’assessore Alessandroni. Questo e’ clima, pesantissimo, che si respira oggi ad Anzio.

1 COMMENT